Chi sono

Standard
Dire che ho studiato non mi piace, così come mi riesce difficile chiamare solo "lavoro" le attività che mi appassionano.
Ho assimilato musica fino ad un livello medio di pianoforte, in Conservatorio, poi ho continuato con un po' di composizione, canto, direzione di coro, suonando in ensemble di musica da camera, con solisti o dirigendo cori.
La filosofia mi appassiona come "crogiolo di saperi", quindi ne ho assimilata molta e da fronti diversi, soprattutto quelli che si mescolano con la linguistica, l'ermeneutica, le scienze del linguaggio, ma anche logica ed informatica.
Da persone che ammiro molto, da Parma a Parigi, ho assorbito nozioni che mi servono oggi per gestire uffici stampa, ma la passione per il raccontare cose vere mi ha spinta verso il giornalismo, senza farci mancare il video e soprattutto il primo amore fra i media: la radio.
Cerco di starmene nel mio cantuccio, anche se il web e la tecnologia amplificano tutto.
Quando posso insegno lettere nelle scuole superiori di Aosta: non avete idea della genialità dei quindici-ventenni di oggi! E spesso non l'hanno neppure loro...
;-)

Dimenticavo. Dico sempre che quando non ne potrò più di tutte queste attività, farò la casalinga (non ci crede nessuno... tantomeno la mia famiglia), quindi mi preparo pulendo, cucinando e sferruzzando da brava massaia.

Mi piacerebbe anche andare in letargo, ma non ditelo a nessuno!

Elena Meynet