venerdì 2 marzo 2012

Stelle, lune, e una stella volata in cielo

Standard
Stella, fammi scrivere parole
che la mia bocca non sa dire
Stella, luminosa come il sole
corri in fretta sul mio cuore
non farmelo morire

Le parole vengono da "12000 lune", autentico Lucio Dalla 2006.
Un giorno è passato, ma non me ne capacito. Scrive bene Enrico, Lucio Dalla non è morto. Sembra un controsenso ma è così. Il bello di un artista è che continua a vivere anche e soprattutto nelle sue opere e, nel caso di un cantante, la voce e il respiro continueranno ad essere ascoltati per molto ancora.
Allora metto insieme due eventi straordinari della stessa sera: l'ultimo concerto di Lucio Dalla, con cui abbiamo avuto il piacere di parlare a marzo 2010, e l'allineamento della Luna con un luminosissimo Giove e Venere stella della sera (dalla nostra posizione non si vedeva l'ultima luce, quella di Mercurio).